IMBOTTIGLIAMENTO

Imbottigliare vini

 

Il vino bianco da uve glera (Prosecco è la D.O.C.), e tutti i vini frizzanti, è consigliabile siano imbottigliati con il primo quarto di luna. Va imbottigliato e tappato il più velocemente possibile con una gabbietta, dato che le cantine lo conservano in contenitori refrigerati in modo  da mantenere inalterate le caratteristiche qualitative.

Il vino sfuso che vendiamo è già pronto da imbottigliare e non necessita di altre aggiunta.

Consigliamo bottiglie di buon spessore ben pulite, tappate poi con tappo a corona o a fungo in plastica. Non dimenticare una gabbietta in ferro per evitare che il tappo salti per la pressione generata in fermentazione.
Una volta imbottigliato occorre sistemare il vino in un locale tiepido (temperatura 18/25° C) in modo da far partire la rifermentazione, per una settimana. Poi va conservato in cantina (non oltre i 15/18°) per qualche settimana. Si può verificare il completamento della rifermentazione quando si nota il caratteristico deposito sul fondo della bottiglia. Il leggero deposito è costituito dai lieviti che mangiando gli zuccheri, sviluppano anidride carbonica e lo rendono frizzante.
Il vino va servito ad una temperatura di 8° C dopo averlo versato lentamente in modo da evitare intorbidamenti.
Il glera (prosecco) è ideale come aperitivo e per accompagnare anche risotti; è elegante e armonico con un particolare profumo che ricorda la crosta di pane e i formaggi aromatici.

Prosit!